Watergate, va all’asta l’hotel dello scandalo

Anche una catena mediorientale interessata alla parte alberghiera del complesso legato a doppio filo con la caduta del presidente Nixon
 
 
Il suo nome è entrato nella storia americana, ma non lo ha salvato dalla rovina: il Watergate Hotel di Washington – teatro del primo atto dello scandalo che portò alle dimissioni di Nixon – andrà domani all’asta, dopo anni di abbandono e traversie economiche.
Per aggiudicarselo, sono già decine gli aspiranti concorrenti, fra cui una catena di hotel di lusso mediorientale: ancora ignoto, però, il destino del complesso, che richiede enormi investimenti per essere rimesso a nuovo. Non per nulla Monument Reality, la società che lo acquistò nel 2004, lo ha poi abbandonato tre anni dopo lasciando ancora da saldare 40 milioni di dollari di debiti.L’hotel, che fa parte di un complesso molto più grande, dovrebbe essere aggiudicato per un valore massimo di 45 milioni di dollari, ma richiede almeno 100 milioni di dollari per i lavori di restauro: cifre che fanno temere per una demolizione dell’albergo, con cui sparirebbe per sempre un luogo simbolo della storia americana.
Proprio in un ufficio del complesso, utilizzato dal Comitato nazionale democratico, si introdusse, in una notte di giugno del 1972, una piccola bada di scassinatori, incaricati in realtà di fare spionaggio per la rielezione di Nixon: un tentativo maldestro, che il presidente cercò poi di insabbiare, ma che portò, invece, alla scoperta di una rete di intrighi e corruzione che costrinse Nixon alle dimissioni.

Sul futuro del luogo, la preoccupazione è unanime: “E’ orribile pensare a quel luogo come ad uno spazio vuoto”, si rammarica Dale Johnson, proprietario della Watergate Gallery and Frame Design, ospitata nel complesso, “Serviranno tasche ampie per metterlo a posto, chiunque lo compri”.
Poco prima della chiusura definitiva, l’hotel aveva sperato di trovare in Lehman Brothers un partner per i lavori di ristrutturazione, ma il collasso della banca ha eliminato qualsiasi possibilità di intervento immediato.

(fonte lastampa.it)
 
 
Annunci

Pubblicato il luglio 21, 2009 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: